Tutto è vita

412649_371504696219457_239508165_o

Oggi, è la “Giornata nazionale della vita”, ed io vi invito a leggere con attenzione l’articolo dell’amica Chiara Ursino, riportato anche sul sito di Giovanni Certomà (www.giovannicertoma.it). Li vi è in sintesi, ma con una chiarezza invidiabile, tutto il senso del messaggio che si vorrebbe dare con l’istituzione di questa giornata.

Io, in altre occasioni ed attraverso questo mio blog, ho espresso il mio parere e le mie sensazioni su “La Vita”, e logicamente condivido e apprezzo Chiara per aver fotografato meglio di me, il concetto. Ma, a mio avviso, questa parola viene sempre e solo associata alla nascita di un bambino, e successivamente al modo di vivere negli anni a seguire, con tutti gli annessi e connessi: gioie, emozioni, e purtroppo dolori.

A questo punto, è d’obbligo anche una frase comune a tanti momenti ed a tante persone: ” ……fa parte della vita” o “……la vita è questa” ed è qui che dovremmo un po’ analizzare i concetti. La Vita è tutto quello che nasce e cresce negli anni, ogni nuova creatura rappresenta la vita, tutto quello che è in movimento intorno a noi è vita. L’esempio perfetto della vita lo è la natura in tutte le sue forme.

L’acqua è vita, il fuoco è vita, il vento è vita, le piante e la loro linfa sono vita…..tutta la nostra terra è vita. Noi che siamo parte integrante di essa, dovremmo curarla , seguirne la crescita e il mantenimento proprio come si fa con un bambino, dovremmo quindi fare nostra ogni nuova creatura.

Preservare tutto quello che il buon Dio ci ha donato, è un nostro dovere al quale non dobbiamo sottrarci. Ma non è così purtroppo, quello che vedono i nostri occhi a 360 gradi, è una quasi distruzione totale, qualunque cosa bella venga fuori dalla mano di poche persone, non viene curata ma lasciata in balia degli eventi. Tutto quello che nasce spontaneamente da madre natura, viene considerato niente.

L’acqua, “fonte di vita e di tutte le creature” sfruttata in modo indegno ed inquinata da scopi di guadagno ed interesse personali. Stessa scena si presenta quando un albero viene tagliato , mutilato o bruciato  senza minimamente lambire il pensiero di quanti anni ci siano voluti perché possa essere cresciuto così bello verde e rigoglioso, un cerino… e via, in una manciata di minuti………il nulla. Per cosa poi ?????? per goderci un paesaggio lunare ? siamo già verso un processo di desertificazione naturale , non abbiamo necessità di ulteriore aiuto.

Questo è secondo me, un secondo punto di vista della Vita, e dando per scontato che questa vada vissuta giorno per giorno, in quanto il nostro tempo sarà sempre insufficiente per godercela tutta, avremo modo di guardarla con occhi grandi con tutto lo splendore che ci circonda e di cui non ci rendiamo neanche conto del valore.  Quando si passeggia per un sentiero del bosco e si incontrano magari degli scorci naturali dove ti fa compagnia il solo rumore dei ruscelli impetuosi e il cinguettio degli uccelli, si prova una pace interiore indescrivibile, alla quale associ mille pensieri e riflessioni.

Come ci si sente invece dinanzi allo scempio delle bellissime fiumare invase di materiali inerti, e rifiuti di ogni tipo che creano dighe artificiali ? e come ci si sente poi quando i loro letti si riempiono d’acqua che scorre impetuosamente a valle portando via tutto quello che incontra comprese le case costruite in modo selvaggio accanto agli argini deturpando il territorio e non curanti della sicurezza e incolumità dell’essere umano ? Anche qui la vita di tanti se ne va, e con lei anche tutto quanto di vivo vi è intorno.

Chiediamo aiuto ..a Chi ? e chi accusiamo ? La natura bella che sia, dà e riprende quello che è suo, buona ma anche cattiva con chi non la rispetta. Come quando ad un bambino non si compra un nuovo giocattolo in quanto ha rotto prepotentemente quello che aveva prima, così le cose che vita ci offre, sono grandi regali che non ci saranno donati una seconda volta.

Quando ci sentiamo dire, ripetutamente …….” hai una vita davanti…”   rispondiamo : ” anche tu !!! ” e cerchiamo di sensibilizzare chi ci sta accanto, ad avere il rispetto per tutto il Creato , come faceva San Francesco di Assisi al punto di scriverlo e lasciarlo ai posteri nel suo “Cantico delle creature”.

Forse così facendo, si contribuirà a fare in modo che questa nostra vita si possa godere fino all’ultimo istante, non tralasciando niente di incompiuto ma sforzandoci di rendere veritiera e più che mai dare un senso alla frase: FINCHE’ C’E’ VITA…C’E’ SPERANZA !!…………per tutto aggiungo io.

538412_363341240369136_356655230_n471744_371505912886002_285068172_o

Annunci
di Pino Curtale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...