Solo applausi

_MG_3790

Era ormai questione di giorni, di ore se vogliamo, ma purtroppo la notizia è arrivata.

Il senatore Sisinio Zito non c’è più ! Ha stretto i denti nella sua lotta contro una devastante e rapida malattia, ma ha perso la battaglia. Lui era abituato a combattere, era un guerriero contro la burocrazia e contro tante altre cose, in virtù delle sue coerenti idee, ma in nome e fede della sua Calabria, della sua Roccella. Aveva una tenacia e caparbietà che molti gli invidiavano, doti che a mio modesto avviso non si ereditano, ma sicuramente si trasmettono. Io l’ho sempre stimato come Politico, si ,con la P maiuscola, e non per abbracciare la sua fede politica, ma per il modo di esercitarla. Il suo modo di ottenere dei risultati non era comune a nessun parlamentare dei giorni nostri, ma forse mi piaceva paragonarlo a personaggi di altri tempi. Soprattutto l’ho apprezzato come Uomo che aveva il fiuto per le cose che nascevavo dal nulla e che crescevano nella bellezza per diventare poi delle meraviglie assolute. Noi quando ci incontravamo, parlavamo appunto della bellezza dei luoghi, della potenzialità che essi hanno, di come si potesse far vedere ad altri quello che la volontà del singolo può fare, ma non parlavamo certo di politica, anche perchè , lungi da me affrontare discorsi in cui non avrei trovato vie d’uscita e scampo, specialmente con lui. Parlavo solo di quelle cose che sapevo e potevo offrire, la collaborazione a realizzare qualcosa e promuoverlo con le immagini. Per questo Lui mi “corteggiava”, affinchè io cogliessi qualche attimo della grandezza di questa Città. Un giorno mi disse: “Pino, se ti capita, passa da….(indicandomi il luogo), vi è una Agave in fiore che è uno spettacolo. Scattagli una foto come sai tu, e facciamo vedere che questa terra non è così arida e brutta come tutti pensano, ma basta guardarsi intorno per ricredersi.” In quel luogo è stato ritratto con il palmo della mano sulla fronte a guardar lontano come era solito fare.

E poi i suoi complimenti per aver visto le mie foto sul sito della cantante israeliana Noa, non li scorderò mai, direi quasi imbarazzanti, ma solo perchè lui credeva, tra le tante cose, al suo Festival, alla musica ed agli artisti che gli giravano intorno.T.alCast(4) 031 E mettere in luce quella eccellenza, era come elevare ai massimi livelli tutta Roccella, credendo nelle persone e nelle loro capacità. Questo era Sisinio Zito, conosciuto tantissimo tempo fa, e con l’amicizia che mi lega alla sua famiglia, ai suoi figli soprattutto, voglio ricordarlo come un punto di riferimento ed una bandiera della mia e nostra Roccella Ionica. Spero tanto che il suo esempio ed il suo modus operandi per il bene della comunità, sia da insegnamento a tanti, e voglio anche ricordarlo nell’ultima volta in cui ci siamo incontrati; era il giorno del suo compleanno, nel salutarmi mi disse con voce affaticata: ” Pino, poi ti devo dire una cosa, che non c’entra nulla con questa serata, ….una idea” Lui di idee ne aveva tante, era considerato anche un Visionario, ma ci azzeccava quasi sempre. Chissà cosa avrebbe voluto dirmi, e che gli era balenato in testa, ma purtroppo non me lo dirà mai.13588737_1027628417273745_1083800939_o

Arrivederci Senatore, io terrò sempre presente la sua citazione “Nella vita non dobbiamo perdere mai la capacita di realizzare cose impossibili” vorrei solo avere il suo coraggio, ma me ne ricorderò di più se avrò ancora la possibilità di scattare qualche foto da sotto quel palco che da oggi sarà più vuoto che mai.  GRAZIE DI TUTTO !!

Annunci
di Pino Curtale